SPIRULINA PLATENSIS

SPIRULINA PLATENSIS

Sono trascorsi ormai una decina d'anni da quando ho conosciuto per la prima volta Arthrospira platensis Gomont, definita anche Spirulina platensis (Gomont) Geitler, ovvero l'alga Spirulina

In questo lasso di tempo ho avuto modo di sperimentare e di apprezzare, personalmente e su molti miei clienti, i notevoli benefici di un'alga negli ultimi tempi divenuta molto popolare e molto pubblicizzata. Alla ribalta della rete quest'estate per le miracolose (presunte) proprietà dimagranti, finora non appurate scientificamente, è in realtà un alimento prezioso e benefico per molte altre caratteristiche che possiede, effettivamente documentate. 

L'alga Spirulina è un cianobatterio, una microalga filamentosa unicellulare di colore blu-verde: un microrganismo tra i più antichi del pianeta, già presente sulla terra 3,5 milioni di anni fa. Deve il suo nome alla caratteristica struttura a spirale visibile solo al microscopio, date le sue piccolissime dimensioni, cresce in acque dolci e alcaline, ad una temperatura tra i 30° e i 40°C e utilizza, come le piante, l'energia solare per produrre clorofilla e altri composti bioattivi, consumando anidride carbonica e liberando ossigeno. I cianobatteri in particolare, oltre alla clorofilla, possiedono un pigmento azzurro-verde, la ficocianina che permette di assorbire una parte di radiazioni dello spettro luminoso più ampia di quella usata dalle piante.

Fin dall'antichità la Spirulina è stata un alimento estremamente importante per molti popoli: Aztechi, Maya e molte popolazioni africane centro-settentrionali, ad esempio le sahariane, la utilizzavano come fonte di rapida energia e per aumentare le capacità di resistenza. Una leggenda azteca narra che i "corridori del pesce", gli uomini deputati a percorrere la distanza tra la costa e il palazzo reale per rifornire l'imperatore Montezuma di pesce fresco ogni due giorni, si cibassero di un'erba blu, dalla strana forma a spirale, che cresceva nei laghi; solo chi la assumeva aveva abbastanza energie per completare il percorso in tempo, senza perdere i sensi per la fatica. 

Gli Europei la scoprirono durante una missione scientifica nei pressi del lago Chad e da quel momento grazie agli studi di botanici e ricercatori è tornata ad essere un alimento di grande interesse anche nella modernità. La Spirulina adesso viene utilizzata per i suoi benefici e per le notevoli proprietà nutrizionali e per questo coltivata, anche in Italia, in speciali fattorie acquatiche. E' stata definita "miglior cibo del XXI secolo" dall'OMS e "alimento del futuro" dall'ONU. 

Salita nuovamente agli onori della cronaca durante l'ultima missione spaziale con l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti, il suo profilo nutrizionale si è dimostrato ben capace di far fronte ai bisogni dell'organismo. Durante il viaggio i test eseguiti ne hanno confermato la validità nutrizionale, l'ottimo contenuto in proteine vegetali e la facile digeribilità tale da essere confermata appunto come alimento per gli astronauti impegnati nelle missioni spaziali. 

Dunque un alimento vegetale e integrale, essiccato e in genere finemente polverizzato, in qualche caso compresso in tavolette, nella maggior parte dei casi senza nessuna sostanza aggiunta. Non un integratore quindi, almeno non nell'accezione comune del termine di miscela di sostanze di sintesi chimica, ma un superfood, un cibo dalla composizione sorprendente. Numerosi studi scientifici hanno determinato gli elementi nutritivi caratterizzanti della Spirulina. Essa contiene proteine per un 60-70% del suo peso secco, di cui quasi la metà è costituito da aminoacidi essenziali, soprattutto i solforati metionina e cisteina. La frazione lipidica è data da acidi grassi essenziali come l'alfa-linoleico, linolenico e gamma-linoleico. I carboidrati, che rappresentano un 15-25% del peso secco, sono soprattutto zuccheri semplici, glucosio e fruttosio, e polioli come il sorbitolo, mannitolo e glicerolo.  Poi molti altri microelementi come vitamine (del gruppo B, un contenuto eccezionalmente alto di B12, la A, la C, la E), sali minerali (ferro, calcio, magnesio, potassio, selenio) e altre sostanze tra cui è importante segnalare: il mesoinositolo, fonte di fosforo e inositolo (vitamina B7), sostanza di grande importanza biologica; la criptoxantina e il beta-carotene, sostanze antiossidanti e precursori della vitamina A; gli omega 3 e 6; le ficocianine, pigmenti fotosintetici con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.  Inoltre le alghe verdi-blu, essendo di acqua dolce,  sono naturalmente povere di sodio e di iodio, resistono alla contaminazione da metalli pesanti, come il piombo, se sono coltivate correttamente e sono facilmente digeribili. 

Quindi la Spirulina risulta essere la miglior fonte di proteine vegetali nobili con un contenuto che supera quello della carne (15-25%) e della soia (35%); nobili perchè contengono tutti e otto gli aminoacidi essenziali, quelli che il nostro corpo non è in grado di produrre da solo ma deve assimilare con l'alimentazione. Inoltre come abbiamo detto risulta di facile digeribilità ed assimilabilità anche per quelle persone che presentano difficoltà di assorbimento intestinale in quanto le pareti cellulari della Spirulina sono costituite da mucopolisaccaridi (fibre solubili) e non contengono cellulosa, una fibra per l'uomo non digeribile. Fondamentale risorsa proteica per tutti coloro che vogliono ridurre l'eccesso di proteine animali o l'eccesso di alimenti geneticamente modificati e con forte carico estrogenico, si adatta ad integrare ogni tipo di regime alimentare, particolarmente quello vegano e vegetariano; potrebbe rappresentare una grande risorsa per i paesi sottonutriti e per contenere le risosre planetarie. 

La Spirulina è stata molto studiata quindi come risorsa alimentare, per le sue proprietà nutritive, ma anche per le proprietà tonificanti e ricostituenti, proprio in virtù dei principi nutrizionali contenuti.  E' consigliabile pertanto a chiunque abbia bisogno di energia e vitalità: agli sportivi prima e dopo l'attività fisica, agli studenti, ai convalescenti, agli anziani, ai bambini in tutte le fasi della crescita, alle persone anemiche, in gravidanza e allattamento. E non si tratta soltanto di colmare eventuali carenze nutrizionali, si tratta di rinforzare i capelli, le unghie, la pelle; di rinforzare il sistema immunitario, di migliorare la resistenza fisica e l'energia, la concentrazione, di ridurre la stanchezza e l'anemia, di reintegrare i sali persi con la sudorazione, di detossinare il corpo, di rallentare l'invecchiamento contrastando i processi ossidativi. 

Lungi dall'essere un cibo miracolosamente dimagrante, come spesso viene erroneamente presentato, costituisce comunque un valido sostegno per tutti quei regimi dietetici ipocalorici o dimagranti spesso squilibrati. 

La Spirulina è dunque un integratore alimentare che si adatta a tutti gli stili di vita e i tipi di dieta: dal bambino all'anziano, dal malato a chi è in salute, risulta essere una  valida alleata lungo il corso dell'intera vita, in dosi opportunamente calibrate per ogni esigenza specifica. Inoltre studi scientifici dimostrano che non presenta nessun tipo di tossicità acuta o cronica ed è assolutamente sicura per il consumo umano. L'importante, come sempre nell'ambito dei prodotti naturali, è assumerne di buona qualità, da coltivazione certificata, senza additivi, senza conservanti, senza coloranti o altri eccipienti, possibilmente pura al 100%. In un inciso, ricercate sempre il consiglio di un'erborista esperto.  

natura_più

Vuoi saperne di più?

Scopri il nostro sito

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy);    -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK